Test di corrente e tensione dell’alternatore

Sarà necessario un PicoScope per eseguire questo test.

Per gli alternatori Smart, i test si riferiscono ai valori di impostazione per Ricarica Smart e Argomento Guida di ricarica Smart.

Lo scopo di questo test è valutare il livello di ricarica dell'alternatore in relazione al carico elettrico applicato con la batteria. Alcuna carica dalla batteria deve essere sostituita dall’alternatore. L'uscita dell'alternatore è controllata e non deve superare la carica (in più o in meno).

Come eseguire il test

Accessori

Impostazioni di PicoScope

  • Canale A: ± 50 V c.c.
  • Canale B: -100 A +200 A c.c.
  • Base dei tempi: 20 ms/div
  • Impostare la pinza amperometrica nella gamma di 200 A
  1. Collegare un cavetto di prova BNC al canale A del vostro oscilloscopio.
  2. Installare i morsetti ai cavetti di prova e collegare attraverso i terminali della batteria: NERO al terminale negativo, ROSSO al terminale positivo.
  3. Collegare la pinza amperometrica al Canale B del vostro oscilloscopio e accedere la pinza amperometrica.
  4. Portare la pinza a "zero".
  5. Collegare la pinza al connettore dell’alternatore B+ come in figura 1.
  6. Avviare il motore e farlo girare a 1500 giri/min.
  7. Accendere gli ausiliari elettrici (fari e riscaldatori ecc.). Alcuni veicoli potrebbero richiedere al motore di funzionare per 60 secondi o più prima di iniziare la carica.
  8. Minimizzare questo file della guida per mostrare un "esempio della forma d'onda". Da qui è possibile far funzionare il vostro oscilloscopio, premendo la barra spaziatrice sulla tastiera o il pulsante "start" sul PicoScope per iniziare a visualizzare le letture in tempo reale.

 

Nota: Se la lettura della corrente (Canale B) ha un valore negativo, verificare che la freccia situata all'interno della mascella della pinza amperometrica sia rivolta verso la direzione del flusso di corrente dell’alternatore.

Forme d'onda d’esempio

Il Canale A, nelle forme d’onda seguenti, indica una tensione stabile della batteria senza picchi o ondulazioni. Il Canale B indica la corrente che scorre nel sistema con picchi uniformi.

Nota: I picchi periodici chiaramente indicati sulla forma d'onda di 24 V possono essere attribuiti ai picchi indotti dal circuito di iniezione e non destano preoccupazioni.

Diagnosi

Fare riferimento ai dati tecnici del veicolo per le condizioni ed i risultati dei test specifici.

Esempio: Nell'esempio tipico a destra, ci dovrebbe essere un’uscita minima di 20 ampere dall'alternatore quando il motore è acceso e i fanali e lo schermo posteriore sono accesi:

Valori tipici

2 x fanali a 60 watt 120 watt
Lunotto posteriore riscaldato 120 watt
Totale 240 watt
240 watt diviso per 12 volt = 20 ampere.

La tensione regolata consigliata varia leggermente tra le varie case automobilistiche, ma in genere per veicoli da 12 volt si trova nell’intervallo 13,6 - 15,0 volt, mentre per veicoli da 24 volt si trova nell’intervallo tra 26 - 28 volt. È altrettanto importante che il sistema non si trovi in sottocarica o sovracarica.

La corrente disponibile dall'alternatore può variare a seconda della tipologia del sistema di ricarica, dell’alternatore installato, della velocità di motore, del carico/dello stato di carica della batteria e della disposizione della puleggia di azionamento.

Il dispositivo PicoScope può rivelare alcuni difetti dell’alternatore, ad esempio un diodo difettoso, che non potrebbero essere individuati semplicemente controllando la corrente in uscita o la tensione regolata. Per questa procedura di prova aggiuntiva, fare riferimento alla scheda Automotive sullo schermo del dispositivo PicoScope e selezionare 'Ricarica e avviamento > Circuiti di ricarica >Test di ripple/diodo dell’alternatore c.a.'.

Ulteriori informazioni

L'alternatore

L'alternatore, come suggerisce il nome, produce un output di corrente alternata (c.a.), che è raddrizzato a corrente continua (c.c.) per fornire il tipo di tensione corretto per ricaricare la batteria, mantenendola a piena carica.

La corrente di campo, circa sei-otto ampere, alimenta il rotore che poi induce una corrente elettrica nello statore durante la rotazione. Il rating dell'alternatore tende ad essere specifico al veicolo, in quanto un modello di base ha una richiesta elettrica minore rispetto ad un veicolo con accessori tipici di alta gamma, come gli schemi elettrici anteriori e posteriori riscaldati, gli specchi riscaldati, l’illuminazione supplementare, i sedili riscaldati e regolati elettricamente ecc.

Lo statore dell’alternatore ha tre avvolgimenti interni a 120 gradi tra fasi e richiede nove diodi in configurazione 'ponte' per il raddrizzamento dell'output. La tensione è controllata da un regolatore a stato solido, che mantiene l'uscita nell'intervallo indicato nelle note di cui sopra. La corrente di uscita è determinata dal requisito momentaneo. Ad esempio, una batteria, che è appena stata soggetta ad avviamento prolungato, mostra un output superiore dall'alternatore rispetto alla situazione quando la batteria è completamente carica.

Un buon sistema di ricarica ha le seguenti caratteristiche:
Una caduta di tensione della batteria dovrebbe essere accompagnata da un aumento della corrente di carica e viceversa.

La tensione regolata può essere misurata su un multimetro, ma questa lettura può sembrare corretta, anche se l'alternatore ha un guasto del diodo, che riduce l'output del 33%. L'unico vero modo di monitorare l'uscita dell'alternatore è osservare con un oscilloscopio la tensione di uscita e le forme d'onda della corrente.

AT001-5(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.