Sensore dell’albero motore - effetto Hall

Sarà necessario un PicoScope per eseguire questo test.

Modalità di collegamento dell'oscilloscopio

  • Posizionare il cavetto di prova BNC nel Canale B sul dispositivo PicoScope.
  • Posizionare un morsetto a coccodrillo nero di grandi dimensioni sul connettore nero (negativo) sul cavetto di prova.
  • Inserire una sonda di aggancio posteriore sul connettore colorato (positivo) del cavetto di prova.
  • Collegare la sonda a ciascuna delle tre connessioni per volta fino a trovare l'output effetto Hall, come mostrato di seguito. (Gli altri due terminali sul sensore sono il positivo della batteria e la messa a terra).

Potrebbe essere necessario modificare la base di tempo se il segnale è controllato a diversi regimi del motore.

Figura 1 mostra la connessione multipla del sensore dell’albero motore che viene analizzata su un motore GM/Vauxhall/Opel ECOTEC. Anche se il sensore si trova sulla puleggia anteriore, la connessione multipla telaio si trova vicino al sensore del flusso d’aria.

Forme d'onda d’esempio

Note sulla forma d'onda

Il sistema è usato su alcuni motori GM/Vauxhall/Opel Vectra da 2,0 litri equipaggiati con un sistema di gestione motore Simtec 56.5. Il sensore dell’angolo di manovella (CAS) fornisce un output de tensione che commuta ad un valore in funzione della velocità del motore. Non si deve confondere questo sistema con il sistema eccitato di c.a. Simtec, che utilizza un segnale modulato in frequenza.

Informazioni tecniche

Il sensore dell’angolo di manovella (CAS) o il sensore di posizione dell’albero motore (CPS) può essere montato in diverse posizioni, da una posizione vicina alla puleggia anteriore fino alla parte posteriore del motore nel volano, nel lato del blocco motore o all'interno del distributore.

Il segnale di uscita prodotto viene utilizzato dal modulo di controllo motore (ECM) per determinare l'esatta posizione del motore.

Il tipo di effetto Hall del sensore dell'albero a gomito è un semplice interruttore on/off, che produce un output digitale che è riconosciuto ed elaborato dall’ECM. Il sensore viene attivato da un disco metallico rotante con aperture, con il disco che passa fra l'elettromagnete e il semiconduttore.

Un semiconduttore ha la capacità di essere un conduttore o un isolante a seconda della forza del campo magnetico in cui esso viene inserito. Questo campo magnetico viene attivato e disattivato dal disco rotante che si muove tra i due oggetti. Un campo magnetico che passa attraverso una delle aperture interrompe il passaggio della corrente. Quando tra le due parti del sensore si trova una parte solida del disco, la corrente passerà nuovamente. Questa azione produce un'onda quadra digitale, che è rilevata da ECM o amplificatore, che quindi non ha bisogno di circuiti supplementari per convertire il segnale analogico in un segnale digitale.

Il sensore ha tre connessioni caratteristiche: una tensione di alimentazione, una messa a terra e il segnale di uscita. L'onda quadra può variare in ampiezza quando visualizzata sull'oscilloscopio, ma questo non ha alcun significato, in quanto qui la frequenza è importante e non la tensione. L'output può essere misurato anche su un multimetro che ha una funzione di frequenza.

AT012-3(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.