Secondario - sistema senza distributore (accensione positiva)

Modalità di collegamento dell'oscilloscopio durante il test di un sistema di accensione senza distributore (o scintilla sprecata) di accensione secondaria positiva

  1. Collegare un cavo pick-up di alta tensione (HT) al Canale A dell’oscilloscopio.
  2. Posizionare il morsetto a coccodrillo del cavo su una connessione di terra adatta.
  3. Inserire il morsetto di alta tensione (HT) su uno dei cavi candela ad accensione positiva.

Se la forma d'onda dal vivo non è presente o è invertita, la candela selezionata è ad accensione negativa. Scegliere un cavo candela diverso o caricare la forma d'onda negativa secondaria dal menu a discesa.

Attenzione: Durante il montaggio e lo smontaggio dei pickup di accensione secondaria da cavi di alta tensione (HT) danneggiati, vi è un pericolo di scosse elettriche. Per evitare questo rischio, montare e smontare il pickup di accensione secondaria con l'accensione spenta.

Esempio di forme d’onda

Note sulla forma d’onda secondaria ad accensione positiva

Quando i kV di candela ad accensione positiva sono registrati su sistemi di accensione senza distributore (DIS), la tensione dovrebbe avere l’orientamento mostrata e non invertito; questo suggerirebbe infatti che è stato scelto il cavo errato.

La tensione della candela fluttua continuamente mentre il motore è in funzione, causando il movimento dell’oscilloscopio verso l’alto e verso il basso. Per trovare la tensione massima della candela di accensione, utilizzare la lettura “Canale A: massimo (kV)” nella parte inferiore dello schermo.

Far scattare la valvola a farfalla e osservare i requisiti di tensione quando il motore è sotto carico. Questa è l'unica volta quando le candele sono sottoposte ad una sollecitazione e rappresenta un'equa valutazione di come si comporteranno su strada.

La parte della forma d'onda dopo il punto di innesco è nota come la tensione di grafico sparkline e si trova a circa 0,75 kV. Questa è la tensione richiesta per mantenere la candela accesa dopo che la scintilla ha saltato il divario iniziale. Questa tensione è proporzionale alla resistenza all'interno del circuito secondario. La lunghezza della linea è di circa 1,4 ms. Questa è la durata della scintilla, l’intervallo di tempo in cui la scintilla fluisce nel divario candela.

Si ricorda che una candela con scintilla di accensione positiva richiederà una maggiore tensione di accensione rispetto ad una candela ad accensione negativa. Infatti, quando la candela è calda, gli elettroni negativi “evaporano” dalla superficie in metallo in un processo chiamato emissione termoionica. Ciò è visibile dalla maggiore usura sull'elettrodo della candela rispetto ad una candela con scintilla di accensione negativa.

Per ulteriori informazioni sulle forme d'onda secondarie, consultare le pagine informative “Secondario - cavo king (o candela) del sistema distributore”, selezionandole dal menu principale.

Informazioni tecniche - circuiti di accensione secondaria

L’avvolgimento secondario è situato all'interno dell’avvolgimento primario della bobina. Questa bobina è avvolta intorno ad un nucleo di ferro multi-laminato e ha tra 20.000 e 30.000 giri. Un'estremità è collegata al morsetto primario e l'altra alla torretta della bobina.

L’alta tensione (HT) è prodotta da un’induzione reciproca tra l'avvolgimento primario e l’avvolgimento secondario, dove il nucleo centrale in ferro dolce serve ad intensificare il campo magnetico tra di loro.

L’alta tensione (HT) secondaria prodotta dalla bobina è allocata alla candela con scintilla di accensione appropriata dal sistema di accensione.

La tensione misurata presso la candela di accensione è la tensione richiesta per saltare il divario tra le candele in condizioni variabili. Questa tensione è determinata da quanto segue:

kV candela aumentato da: kV candela diminuito da:
Grandi divari candela Piccoli divari candela
Ampio traferro rotore Bassa compressione
Interruzione in un cavo candela Miscela ricca
Interruzione nel cavo king Tempi di accensione non corretti
Candele di accensione usurate Tracciamento a terra
Miscela povera Candele difettose
Errato allineamento rotore a reluctor  

Il requisito di chilovolt (kV) della candela di vecchi motori tende ad essere inferiore a quello dei motori moderni, poiché i design più recenti operano rapporti di compressione superiori e rapporti aria/combustibile inferiori e mostrano lacune superiori della candela di accensione.

Wasted Spark Coil Pack

Figure 2: Wasted Spark Coil Pack

Il moderno motore con accensione senza distributore (DIS) ha tutti i vantaggi di un sistema di accensione elettronico ad energia costante e il vantaggio aggiuntivo di eliminare la calotta del distributore, il cavo king e il braccio rotore dal sistema. I problemi di affidabilità da umidità e rilevamento ora sono quasi eliminati.

I sistemi DIS hanno alcuni svantaggi poiché metà delle candele si accendono con una tensione negativa accettabile e metà con polarità positiva meno accettabile. Ciò aumenta l’usura della candela sulle candele con scintilla di accensione positiva.

Questo sistema accende le candele ad ogni rivoluzione invece che ogni due ed è noto come sistema a scintilla sprecata. Ciò non significa che le candele si usurano con una frequenza doppia del normale, poiché la scintilla sprecata è sulla battuta di scarico e non è soggetta a compressione. Se dopo diverse migliaia di miglia, si rimuovono le candele di accensione per esaminarle, si noterà che avranno elettrodi relativamente quadrati e che le candele con scintilla di accensione positiva mostreranno segni di usura pronunciata.

AT082-4(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.