Secondario HT e segnale di commutazione amplificatore digitale

Sarà necessario un PicoScope per eseguire questo test.

Come collegare l'oscilloscopio durante il test:- secondario HT e amplificatore digitale segnale di commutazione

Canale A - Secondario Alta Tensione (HT)

I motori dotati di sistemi di accensione bobina-per-cilindro (CPC) hanno imbullonato le bobine di accensione direttamente sopra le candele. Questo rende impossibile monitorare le prestazioni del circuito secondario ad alta tensione (HT).

Per ovviare a questo problema, rimuovere le connessioni multi-presa alle bobine e quindi estrarre le bobine una alla volta o, nel caso di una cassetta pacchetto bobina, tutte insieme. I cavetti di estensione candele di accensione (TA037) possono essere accoppiati tra le bobine e le candele di accensione. Ricollegare le prese multiple delle bobine e collegare i fili di terra supplementari tra i pacchetti bobina e la massa del motore ove necessario (seguendo le istruzioni fornite con il cavo di prova TA037).

Collegare un cavo pick-up alta tensione HT al canale A sull’oscilloscopio. Posizionare il morsetto coccodrillo del cavo su una connessione di terra adatta e fissare la pinza HT sul cavo di test TA037. Tutti i sistemi bobina-per-cilindro hanno candele di accensione con accensione negativa.

Canale B - Segnale di commutazione digitale

Inserire un cavetto di prova BNC nel Canale B dell’oscilloscopio. Collegare una sonda di aggancio posteriore alla spina colorata (positiva) all’altra estremità del cavo e un morsetto a coccodrillo nero di grandi dimensioni alla spina nera (di terra). Posizionare il morsetto coccodrillo su una connessione a terra adatta e verificare posteriormente il segnale di commutazione digitale della bobina. Può essere necessario fare riferimento ai dati del produttore. I collegamenti sono illustrati in Figura 1.

Per testare ogni bobina, collegare il cavo pick-up HT e la connessione di agopuntura ad ogni bobina a sua volta.

Attenzione: tutte le connessioni e disconnessioni dovrebbero essere effettuate con l'accensione spento.

Esempio delle forme d’onda

Note sulla forma d'onda

La forma d'onda mostra la relazione tra il secondario HT sul canale A (traccia blu) e il segnale di innesco digitale (traccia rossa). Quando il segnale di innesco è alto, il circuito primario della bobina è chiuso, facendo si che la corrente dalla batteria fluisca attraverso la stessa. Alla fine del tempo di permanenza, il segnale di innesco ritorna basso, interrompendo il circuito primario e causando l'avvolgimento secondario per generare una tensione alta (HT).

Informazioni tecniche

Siccome l'immagine è una fotografia con doppia traccia, le due tracce saranno spiegate una alla volta.

Segnale di commutazione digitale (traccia rossa)

Il segnale di bassa tensione (LT) commuta tra 0 volt e 4 volt. Quando il segnale di innesco raggiunge 4 volt, la bobina si accende e comincia la durata di «saturazione» o «permanenza». Siccome la tensione ritorna a zero, la corrente nell’avvolgimento primario della bobina si spegne, il flusso magnetico nel nucleo di ferro crolla, induce una tensione nel secondario e viene generata la tensione HT.

I tempi di accensione e spegnimento della bobina sono determinati dal modulo di controllo elettronico (ECM) del veicolo. Il tempo di permanenza su un motore con accensione elettronica è controllato dal circuito di limitazione corrente dell'amplificatore o del ECM.

In un sistema di energia costante, il tempo di permanenza è fisso indipendentemente dalla velocità del motore. Questo permette alla bobina di saturare completamente e massimizza la forza del flusso magnetico. L’ angolo di permanenza, misurato rispetto ad un ciclo completo del motore di 360°, aumenta man mano che aumenta la velocità del motore.

Forma d’onda HT secondaria (traccia blu)

Il moderno sistema di gestione del motore con accensione bobina-per-cilindro (CPC) ha tutti i vantaggi di un sistema di accensione elettronico di energia costante, con il vantaggio di eliminare la calotta del distributore, il cavo king, il braccio rotore e il cavo della candela. I problemi di affidabilità da umidità e rilevamento ora sono quasi eliminati.

A differenza di un convenzionale Sistema di accensione senza distributore (DIS) che accende le candele con tensione sia negativa che positiva, CPC accende solo le candele con una tensione negativa, migliorando la vita della candela e aumentando la durata di vita delle candele.

L’avvolgimento secondario è situato all'interno dell’avvolgimento primario della bobina. Questa bobina è avvolta intorno ad un nucleo di ferro multi-laminato e ha tra 20.000 e 30.000 giri. Un'estremità è collegata al morsetto primario e l'altra alla torretta della bobina. L’alta tensione (HT) viene prodotta da un’induzione reciproca tra l'avvolgimento primario e l’avvolgimento secondario, il nucleo centrale in ferro dolce servendo ad intensificare il campo magnetico tra di loro.

La tensione misurata presso la candela d’accensione è la tensione necessaria per saltare il divario tra le candele sotto condizioni variabili. La tensione è determinata da uno dei seguenti aspetti:-

Dati pin

La nostra forma d'onda esempio è stata presa da una Volkswagen Polo, dove le connessioni della quattro bobine sono come illustrato di seguito:

Pin 1: Terra

Pin 2: Terra di sicurezza

Pin 3: Segnale di commutazione digitale ECM

Pin 4: Tensione di alimentazione

La dimensione delle lacune della spina: un ampio divario aumenta il kV
Candele di accensione usate: la perdita di superficie aumenterà i KV della candela
Compressione del motore: una bassa compressione riduce i KV della candela
Il motore di rifornimento: una miscela ricca che riduce i kV della candela
Tracciamento a terra: riduce i kV della candela
Candele difettose: riduce la tensione di accensione della candela

AT137-3(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.