Compressione relativa (corrente di avviamento)

Sarà necessario un PicoScope per eseguire questo test.

Modalità di collegamento dell'oscilloscopio

La prima azione consiste nell’immobilizzare il veicolo disattivando o il combustibile o il circuito di accensione (senza causare alcun danno o accensione delle spie di guasto). Questa azione può essere specifica al costruttore e occorre prestarvi dovuta considerazione.

Nel nostro esempio, il motociclo è dotato di un’iniezione di carburante combinata e di un fusibile di accensione montato convenientemente a lato della batteria; abbiamo scelto di rimuoverlo come forma di immobilizzazione, come in Figura 1.

Canale A:

Connettere la connessione BNC della pinza amperometrica da 600 amp al Canale A dell’ oscilloscopio. Connettere la pinza amperometrica intorno al cavo della batteria (a qualsiasi cavo, quello più semplice) come in Figura 2. Il morsetto, tuttavia, deve essere rivolto in modo corretto: c'è una freccia che punta al positivo della batteria (+) su un lato e al negativo (-) sul lato opposto. Un collegamento errato invertirà la forma d'onda.

Accendere la pinza amperometrica. Con l’esempio di forma d'onda visualizzata, premere la barra spaziatrice per cominciare a prendere letture dal vivo. Controllare l’azzeramento automatico del morsetto prima di considerare valide le misurazioni.

Esempio di forme d’onda

Note di forma d'onda

Lo scopo di questa particolare forma d'onda è duplice:

  • Misurare l'amperaggio richiesto per avviare il motore
  • Valutare le compressioni relative

L'amperaggio richiesto per avviare il motore dipenderà da molti fattori tra cui: la capacità del motore, il numero di cilindri, la viscosità dell'olio, la condizione del motorino, la condizione del circuito di cablaggio del motorino e dalle compressioni nei cilindri. La corrente per un motore a benzina a 4 cilindri tipico è nell’intervallo da 80 a 180 ampere. Tuttavia, questo varierà in base alla resistenza meccanica del motore e al rapporto di compressione.

Le compressioni possono essere confrontate tra di loro, monitorando la corrente richiesta per spingere ogni cilindro sulla sua corsa di compressione. Migliore la compressione, maggiore la domanda di corrente e viceversa. Pertanto è importante che la corrente assorbita sia uguale per ogni cilindro, come avviene quasi per la forma d’onda di sopra.

Informazioni tecniche

Il funzionamento del motore può avvenire soltanto se il motore dispone di una compressione sufficiente. La compressione fornita dal pistone di salita è determinata dal rapporto dei due volumi: il volume eliminato dal cilindro mentre si comprime e il volume che rimane nella camera di combustione del punto morto superiore. Questo rapporto è chiamato il rapporto di compressione.

La compressione è determinata anche dall'efficacia della tenuta tra la parete del cilindro e il pistone; questa tenuta è mantenuta dalle fasce elastiche. Lo stesso vale per le sedi delle valvole di aspirazione e di scarico. Le fasce elastiche sono realizzate in ghisa filata mediante centrifugazione, che produce una pressione radiale formando la tenuta. La ghisa è utilizzata anche per le sue eccellenti proprietà autolubrificanti.

Se una forma d'onda con compressione relativa evidenzia un problema, occorre eseguire un test di compressione.

Quando si esegue il test di compressione su un motore a benzina, è importante aprire completamente la valvola a farfalla per consentire il passaggio di una maggiore quantità di aria nei cilindri.

Una compressione tipica è tra 120 e 200 psi. Una bassa compressione può essere causata da:

  1. Una tenuta inefficace tra il cilindro e il pistone
  2. Posizionamento in sede inadeguato delle valvole aspirazione e scarico
  3. Fascette elastiche rotte o grippate
  4. Fasatura non corretta sull’albero a camme
  5. Un tratto di induzione ostruito

Tutte le letture dovrebbero essere simili. Se una lettura risulta inferiore alle altre, eseguire un test ”bagnato” spruzzando una piccola quantità di olio nel cilindro e ri-testando la compressione. L'inclusione dell'olio garantisce una tenuta ottimale fra il pistone e il foro; se la compressione viene riacquistata, il problema risiede all'interno delle fascette elastiche. Se invece si osserva una piccola differenza, il problema risiede all’interno delle valvole.

La differenza fra le lettura di compressione più alta e quella più bassa non deve essere superiore al 25%.

Un compressione superiore alla media può essere causata da:

  1. Accumulo di carbonio nella camera di combustione (riduzione del suo volume).
  2. Eccessiva “rasatura” della testa del cilindro
  3. Spessore incorretto della guarnizione della testa

Le forme d’onda difettose hanno suggerito un’azione correttiva

Questo test è solo un confronto fra i cilindri e non sostituisce un test di compressione fisica con un calibro adatto.

Dati pin

Non applicabile

AT101-2(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.