Accensione primaria (tensione)

Modalità di collegamento dell'oscilloscopio

Canale A:

Collegare l’attenuatore x20 al canale A dell’oscilloscopio e unadattatore di prova BNC all'attenuatore. Posizionare una pinza piccola a coccodrillo nera all'estremità dell’adattatore con una formatura nera (negativo) e una Sonda da agopuntura all'estremità con una formatura rossa (positivo). Posizionare la pinza piccola a coccodrillo nera sulla struttura del motociclo o sul morsetto negativo della batteria, come illustrato inFigura 1. Verificare i dati pin del produttore per i morsetti di collegamento primario del pacchetto bobina Modulo di Controllo Elettronico (ECM) combinata di accensione e iniezione. Verificare posteriormente il pin multi-presa corretto con la Sonda da agopuntura, come illustrato in Figura 2. Assicurarsi che sia stata effettuata una buona connessione attraverso il filo o il morsetto e che la sonda abbia trafitto l’isolamento del filo e della spina.

Con l’esempio di forma d'onda visualizzato sullo schermo, è possibile toccare ora la barra spaziatrice per iniziare a guardare le letture in tempo reale.

Esempio di forme d'onda

Note sulla forma d'onda

La forma d'onda primaria di accensione è probabilmente una delle forme d'onda più importanti che deve essere monitorata, poiché la sua condizione è vitale per l'uscita della bobina di accensione.

Fondamentalmente, ci sono tre aree che devono essere osservate. Le aree sono:

  1. L'altezza della linea di tensione indotta. Questa dovrebbe essere di almeno 200 Volt e possibilmente alta 400 Volt. Questa tensione sarà determinata da diversi fattori, ma principalmente dalla corrente nel circuito (ampere)
  2. La lunghezza del grafico sparkline. Questa dovrebbe essere di almeno 1,0 ms
  3. Le oscillazioni della bobina

Informazioni tecniche

La forma d'onda primaria di accensione consiste delle letture viste sul lato negativo della bobina d'accensione. Il percorso di terra della bobina può produrre oltre 350 volt.

All'interno del quadro principale ci sono diverse sezioni che necessitano un esame più approfondito. Nella forma d'onda mostrata, la linea di tensione orizzontale al centro dell'oscilloscopio è ad una tensione abbastanza costante di circa 40 volt, che poi scende bruscamente verso ciò che viene indicato come l'oscillazione della bobina.

La lunghezza della suddetta linea di tensione orizzontale è la “durata della scintilla” o “l’autonomia”, che in questo caso è di circa 1,5 ms. Il periodo di oscillazione della bobina deve visualizzare un numero minimo di 4 fino a 5 picchi (entrambi superiore ed inferiore). Una perdita di picchi indicherebbe che la bobina deve essere cambiata con un altro dei valori comparabili.

Non c'è corrente nel circuito primario della bobina fino al periodo di sosta, quando la bobina viene collegata a terra, e la tensione scende a zero.

Il periodo di sosta è controllato dall'amplificatore di accensione e la lunghezza della sosta è determinata dal tempo necessario per arrivare a circa 6-8 ampere. Una volta raggiunta tale corrente predeterminata, l’amplificatore cessa di aumentare la corrente primaria la quale è mantenuta fino a quando la terra viene rimossa dalla bobina, nel momento esatto dell'accensione.

La linea verticale al centro della traccia è superiore a 350 volt e viene chiamata “tensione indotta”. Viene prodotta tramite un processo chiamato induzione magnetica. Al punto di accensione, il circuito di terra della bobina viene rimosso e il campo magnetico o il flusso crolla attraverso gli avvolgimenti della bobina. Questo a sua volta induce una tensione media tra 250 e 350 volt.

L’uscita ad Alta Tensione (HT) della bobina è proporzionale alla tensione indotta. L'altezza della tensione indotta è a volte nota come i volt di picco primario.

Le forme d’onda difettose hanno suggerito un’azione correttiva.

Una bassa tensione indotta può essere causata da: una bobina di accensione difettosa, la scarsa messa a terra dell'amplificatore/ECM (Modulo di controllo del motore) o dalla corrente ridotta nel circuito.

Una durata della scintilla (o autonomia) più breve del previsto può essere causata da un montaggio non corretto della bobina, una bobina difettosa o da una resistenza troppo alta all'interno del circuito secondario di HT.

Una riduzione nelle oscillazioni della bobina è spesso il risultato di un accenditore difettoso/ECM.

Dati pin

Il nostro veicolo di prova era una moto Honda. Si riportano di seguito i dati pin multi-presa ECM. I dati pin saranno specifici al produttore e al modello, e i dati in seguito sono mostrati a scopo esclusivamente illustrativo.

ECM Data

AT115-2(IT)

Dichiarazione di non responsabilità
Questa sezione della guida è soggetta a cambiamenti senza notifica. Le informazioni all'interno sono attentamente controllate e considerate corrette. Queste informazioni costituiscono un esempio delle nostre ricerche ed i risultati ottenuti e non costituiscono una procedura definitiva. Pico Technology non si assume alcuna responsabilità riguardo a eventuali imprecisioni. Ogni veicolo può essere diverso e richiedere impostazioni di prova uniche.